Loading

Il nome deriva probabilmente dal latino Vicinianus, ovvero, nelle vicinanze. Nel passato Visignano era soggetto a Parenzo, prima come ager e più avanti come parte della Colonia Iulia. Più tardi passerà nelle mani del Vescovo di Parenzo, fino al 1203, per cadere poi sotto l’amministrazione dei nobili di Montona, con cui, dal 1287-1797 era sottomesso alla Repubblica di Venezia. La presenza di Venezia è testimoniata dalle opere architettoniche (entrata nella città vecchia con lo stemma del leone). La Villa Višnjan è situata proprio nella parte più antica della città. Nel passato si svolgeva qui la vita mondana, ovvero nella piazza di fronte alla chiesa e nella bella loggia settecentesca. Il frontespizio della chiesa parrocchiale rappresenta lo stile classicistico. Il campanile di 27 m di altezza è separato dalla pianta dell’edificio principale. Sempre verso la piazza guarda il palazzo dei nobili Sincic, ristrutturato da poco. All’inizio della via stretta di Silvio Fortuna si trova il gioiello più bello, la chiesetta di San Antonio, quattrocentesca. Al suo interno ci sono affreschi antichi e graffiti in scrittura glagolitica.
Visignano è una cittadina dove molte famiglie producono vini di ottima qualità. La maggior parte degli abitanti lavora presso le ditte turistiche di Parenzo, Orsera o Lanterna presso Torre. Questa cittadina ha anche il proprio osservatorio, portato avanti dal professore Korado Korlevic, noto astronomo croato.

 

OSSERVATORIO

Se vi piace esplorare nuovi posti e incontrare nuova gente la nostra cittadina fa proprio per voi. Accanto alla viticoltura ed al turismo a Visignano opera un gruppetto di fervidi entusiasti che si occupano di osservare il cielo. Il club degli astronomi è attivo da qualche decennio ed è riuscito a lanciare il nome di questa piccola cittadina di soli 2400 abitanti in tutto il mondo. Gli astronomi del club sono riusciti ad intravvedere nel 1998 più di 370 asteroidi nuovi , che sarebbe la somma di tutti gli asterodi scoperti insieme a Nizza, Vienna, Pola o Belgrado nella storia. L’anno dopo i risultati furono ancor più sorprendenti, ne scoprono altri 923, due comete ed un potenziale pericoloso corpo volante!
Già col 2003 l’osservatorio di Visignano diventa uno dei centri più produttivi di tutti i tempi. Si decide allora di allargare l’attività fuori il centro abitato e di dar vita ad un osservatorio nuovo a Tićan, nei pressi di Visignano. Il club continua a scoprire fenomeni nuovi e inizia con un fervido lavoro di istruzione della gioventù. Già da anni è attiva a Visignano la “Scuola internazionale di astronomia”, per le eccellenze. L’osservatorio è stato promosso a uno dei 19 centri mondiali d’eccellenza (Network of excellence). Alcuni dei membri del club di astronomia oggi sono dipendenti della NASA. In collaborazione con un network tedesco „European fireball network” a Visignao è stata posizionata la telecamera nr.77 per il monitoraggio del comportamento delle meteoriti.

 

GROTTA BAREDINE

L’Istria è ricchissima di monumenti naturali geomorfologici che si sono creati nel corso di millenni.
Il mondo sotterraneo della grotta di Baredine é ricco di stalagmiti e stalattiti, di sculture sotterranee create dal lavorio paziente dell’acqua. La visita guidata della grotta dura 40 minuti lungo 5 gallerie sotteranee. In una delle sale passerete accanto ad un pozzo largo 4 m e profondo 66 m che scende fino ai laghi sotteranei. Un aspetto interessante di questa impresa avventurosa é soprattutto l’incontro con il mondo animale sotterraneo: vedrete il proteo, specie animale endemica che vive solo in queste zone carsiche.
Contenuti esterni: punto informativo per la vendita di biglietti, cartoline, souvenir.
Ristorante all’aperto. Piccola mostra di trattori (traktor story).

 

PISTE CICLABILI

(Višnjan – Markovac – Jadruhi – Baškoti – Prhati – Rapavel- Radovani – Bačva)

Non si tratta di alcuna metafora: se non lo sapevate, qui potrete trovare un osservatorio astronomico che, in base ai suoi ritrovamenti, viene annoverato tra i 5 osservatori più importanti del mondo. Dal suo telescopio sono stati scoperti oltre 1400 piccoli pianeti del sistema solare.
Lungo il percorso delle stelle potrete visitare la chiesa parrocchiale neoclassica dei SS. Quirico e Giulita del XIX secolo, con un imponente campanile e guardate le sue due belle pale d’altare – pezzi d’arte del maestro Zorzi Ventura. All’inizio della strada principale di Visignano troverete la chiesa medievale di S. Antonio Abate con scritte glagolitiche del 1550 ed inoltre i preziosi resti degli affreschi di Domenico da Udine. Proseguite oltre, lungo il percorso attraverso il docile paesaggio di S. Marco, Baškoti, Vranići e Prhati fino a Montaver.
Sulla vostra via di ritorno, nell’altipiano 3 km a sud da Visignano, proseguite attraverso un piccolo villaggio che si chiama Mondellebotte. Qui potrete riflettere sul nome ispirativo di questo affascinante villaggio, vi troverete la chiesa di S. Giacomo del XII secolo ed inoltre, a cento metri di distanza la chiesa della Beata Vergine Maria (XIV/XV), circondata da una rigogliosa vegetazione e dalle case.

Caratteristiche tecniche del percorso:
Partenza: Visignano
Arrivo:Visignano
Lunghezza: 24.5 km
Grado di difficoltà: lieve
Punto massimo: 306m
Punto minimo:331m
Asfalto: 16.7
Sterrato: 7.8

Altre piste ciclabili che attraversano Višnjan:
-Pista ciclabile Eufrazijana
-Pista ciclabile di San Mauro
-Pista ciclabile di San Mihele
-Pista della 15.tappa del Giro d’Italia

 

 

LA PARENZANA

Antica tratta ferroviaria con binario a scartamento ridotto lunga 123.1 km collegava trentatré località istriane da Trieste a Parenzo. I primi costruttori chiamarono la tratta Parenzaner Bahn, la popolazione slovena l’aveva denominata Istrijanka, Istranka, Poreška o Porečanka; la popolazione italiana invece la chiamava Parenzana. Oltre ai passeggeri questa ferrovia trasportava anche il sale dalle saline di Pirano e di Sicciole, l’olio d’oliva dalla zona di Buie e Montona, frutta, verdura, pietra carsica, calce, legno, farina e vino. La ferrovia fu dismessa nel 1935, dopo soli 33 anni di vita, lasciando un segno indelebile in tutto il territorio.
Anche se la Parenzana solo fino a poco tempo fa fu soltanto un rudere romantico, in alcune parti quasi irriconoscibile, ricoperta dalla verzura del panorama collinare, la vecchia ferrovia con binario a scartamento ridotto che viaggiava attraverso il pittoresco paesaggio tra Parenzo e Trieste come una linea della vita sul palmo della mano, è profondamente incisa nella carta del destino della Penisola Istriana.
Pochi anni fa si è proceduto con la revitalizzazione di questa storica tratta. Ora essa è diventata un interessantissimo percorso ciclabile oppure un sentiero adatto a praticare trekking. L’intero progetto porta il nome di “Parenzana- Via della Salute e dell’amicizia”.
Vi invitiamo alla gara ciclistica per tutti i livelli che si tiene ogni primavera lungo la Parenzana, a pochi chilometri da Višnjan. Il punto d’arrivo con una grande festa in piazza viene organizzato a Visinada.
(Fonti: www.parenzana.hr)